OPERAZIONE A PREMIO O CONCORSO?

OPERAZIONE A PREMIO O CONCORSO? QUALE SCEGLIERE PER LA TUA AZIENDA

Spesso capita di fare confusione nel definire in che ambito si collochi il nostro progetto promozionale, sarà un concorso? Oppure un’operazione a premi? O addirittura una manifestazione in regime di esclusione dagli adempimenti previsti dal DPR 430/2001?

 

Facciamo chiarezza!

 

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy da delle definizioni precise:

Il concorso a premio è un’iniziativa, avente fini anche in parte commerciali, diretta a favorire, nel territorio dello Stato italiano e attraverso la promessa di premi, la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di beni o servizi. I premi messi in palio consistono in beni (compresi beni immobili), servizi, sconti di prezzo. Non possono essere compresi tra i premi il denaro, i titoli di prestito pubblici e privati, i titoli azionari, le quote di capitale societario e dei fondi comuni di investimento, le polizze di assicurazione sulla vita. Nel concorso a premio l’assegnazione dei premi dipende dalla sorte; da un congegno o da macchina; dall’abilità dei concorrenti chiamati ad esprimere giudizi o pronostici relativi a manifestazioni sportive, letterarie, culturali o a rispondere a quesiti o ad eseguire lavori; dall’abilità dei concorrenti ad adempiere per primi alle condizioni stabilite dal regolamento della manifestazione. I premi messi in palio sono consegnati agli aventi diritto entro il termine di sei mesi dall’individuazione dei vincitori. La partecipazione al concorso a premio è gratuita, salvo le ordinarie spese di spedizione o telefoniche (o di invio di sms) necessarie ai fini della partecipazione.”

 

Quindi se la nostra iniziativa ha fini anche in parte commerciali sul territorio italiano, ha l’obiettivo di aumentare la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di beni o servizi mettendo in palio premi che saranno assegnati solo a pochi fortunati selezionati grazie alla sorte o all’abilità allora si tratterà di un CONCORSO A PREMI.

 

Possiamo indicare alcune delle caratteristiche del concorso a premi:

  • Durata: la durata massima di un concorso è di 12 mesi. Dalla data di inizio alla data ultima di estrazione non possono passare più di 365 giorni. E’ però sconsigliabile mantenere attivo un concorso per così tanto tempo; è sempre meglio studiare una durata consona al raggiungimento del tuo obiettivo commerciale senza rischiare di annoiare i tuoi clienti o peggio, non riuscire più a sostenere i costi del concorso.
  • Selezione dei vincitori: rispetto a tutte le partecipazioni pervenute solo alcuni saranno i fortunati vincitori dei premi in palio e verranno selezionati o tramite la sorte grazie ad appositi software o tramite giuria. 
  • Presenza del garante: per l’assegnazione dei premi in un concorso è necessario che la selezione dei vincitori venga effettuata di fronte ad un funzionario che svolga il ruolo di garante della buona fede pubblica così da dimostrare che non sono state commesse frodi nell’assegnazione dei premi. La figura del garante dovrà essere ricoperta o da un funzionario della Camera di Commercio di riferimento o da un notaio.
  • Premi in palio: saranno di numero contenuto ma di valore elevato in linea con il target di riferimento che si desidera andare a coinvolgere.

 

Diversamente invece, L’operazione a premio è un’iniziativa, avente fini anche in parte commerciali, diretta a favorire, nel territorio dello Stato italiano e attraverso la promessa di premi, la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di prodotti o servizi. I premi messi in palio consistono in beni (compresi beni immobili), servizi, sconti di prezzo. Non possono essere ricompresi tra i premi il denaro, i titoli di prestito pubblici e privati, i titoli azionari, le quote di capitale societario e dei fondi comuni di investimento, le polizze di assicurazione sulla vita.”

 

Quindi se la nostra iniziativa ha fini anche in parte commerciali sul territorio italiano, ha l’obiettivo di aumentare la conoscenza di prodotti, servizi, ditte, insegne o marchi oppure la vendita di beni o servizi mettendo in palio premi per tutti coloro che svolgono una specifica azione come ad esempio l’acquisto di un prodotto, la registrazione ad un sito, ecc…Allora ci troviamo nell’ambito delle OPERAZIONI A PREMI.

 

Le caratteristiche di una operazione a premi invece sono:

  • Durata: le operazioni a premi possono durare fino a 5 anni, è però sconsigliabile, soprattutto agli inizi, prevedere una manifestazione a premi di così lunga durata. Il consiglio di noi esperti è sempre quello di iniziare con un periodo di attivazione di “prova” dalla durata più contenuta così da vedere l’effettiva risposta del target di riferimento in modo da aggiornare la meccanica/premi/ecc… se necessario, nelle edizioni successive.
  • Scelta dei vincitori: in un operazione a premi i vincitori sono tutti i partecipanti che svolgono una determinata azione, tra tutti i partecipanti che effettuano l’azione richiesta tutti riceveranno il premio in palio, nessuno escluso.
  • Premi in palio: i premi in palio saranno molto numerosi, per premiare tutti i partecipanti, e non sarà necessaria la presenza del garante della buona fede pubblica per l’assegnazione dei premi. Solitamente i premi destinati alle operazioni a premio hanno valore più contenuto rispetto ai premi messi in palio nei concorsi, ma tutto ovviamente dipende dal tuo budget.

 

Confuso? O tutto chiaro per ora? 

 

Perché a queste due grandissimi mondi se ne associa un terzo…Il mondo delle manifestazioni escluse dagli adempimenti previsti dal DPR 430/2001. 

All’interno del DPR 430/2001 è presente l’articolo nr. 6 che stabilisce che non si definiscono manifestazioni a premio:

  • I concorsi indetti esclusivamente per la produzione di opere letterarie, artistiche o scientifiche, nonché per la presentazione di progetti o studi commerciali o industriali, nei quali il conferimento del premio ha carattere di corrispettivo di prestazione d’opera o rappresenta il riconoscimento del merito personale o un titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività
  • Le manifestazioni indette da emittenti televisive solo nel caso in cui i premi siano assegnati agli spettatori presenti nello studio in cui si svolge l’iniziativa. L’esclusione opera anche in caso di emittenti radiofoniche ove, per ascoltatori presenti, si intende coloro che intervengono alle manifestazioni attraverso un collegamento radiofonico o qualsiasi altro collegamento a distanza. In ogni caso, l’iniziativa non è esclusa qualora essa, veicolata attraverso l’emittente televisiva o radiofonica, sia svolta per promuovere prodotti o servizi di altre imprese
  • Le sole operazioni a premio con premi costituiti da quantità aggiuntive dei prodotti promozionati, da sconti sul prezzo di prodotti e di servizi dello stesso genere di quelli acquistati, da sconti su un prodotto o servizio di genere diverso, purché non offerti per incentivare l’acquisto del prodotto oggetto della promozione
  • Le manifestazioni nelle quali i premi siano costituiti da oggetti di minimo valore (piccoli gadgets tipo lapis, bandierine, calendari od oggetti simili) ed il loro conferimento non sia condizionato alla natura o all’entità dell’acquisto
  • Le manifestazioni in cui i premi siano destinati ad enti o istituzioni pubbliche o che abbiano finalità eminentemente sociali e benefiche (scuole, ospedali, ecc.).
  • le manifestazioni nelle quali, a fronte di una determinata spesa, con o senza soglia d’ingresso, i premi sono costituiti da buoni da utilizzare su una spesa successiva nel medesimo punto vendita che ha emesso detti buoni o in un altro punto vendita facente parte della stessa insegna o ditta.

Tieni sempre presente che…

 

Che sia concorso, operazione a premio o manifestazione in regime di esclusione…Il caposaldo è sempre quello….La necessità di redigere un regolamento e renderlo disponibile ai partecipanti così che possano avere ben chiare quali sono le linee guida per poter partecipare. 

 

Come ormai avrai capito sono tutti ottimi strumenti di promozione per la propria azienda, l’importante è capire quale delle due soluzioni fa al caso tuo.

 

In ogni caso, se hai dubbi, domande o hai bisogno di una consulenza circa la tua manifestazione a premi non ti scoraggiare, siamo pronti a fornirti tutto il supporto perchè tu riesca nel tuo intento con successo!